domenica 7 gennaio 2018

The not so useful (but neither useless) superpower!

Qualche tempo fa, de vliegende Cassidy, che di recente ha fatto un'approfondita rassegna sul cinema di Paul Verhoeven che vi consiglio di leggere, mi ha taggato per un gioco nerd blogghistico. Esso consiste nel descrivere una abilità sviluppatissima del blogger che viene taggato, ma per lo più inutile nella vita di tutti i giorni.

Il potere di Cassidy è in pratica quello di mangiare come l'ectoplasma Slimer ma senza mettere su i suoi doppimenti e, secondo me, soprattutto nel periodo festivo, non è mica tanto inutile.

Di sicuro Cassidy è invidiato da quelle modellattrici magrissime che mentono sapendo di mentire quando dicono che non sono a dieta, mangiano tutto, anche il gelato. Forse il gelato lo mangeranno anche, ma non mi stupirei fosse l'unico pasto della settimana.

Per cercare in questo momento di avere una visione un po' più ottimistica delle cose, ho cambiato un po' il nome del giochino, dandogli una connotazione più positiva.

Dunque, ho dato un nome al mio superpotere: Random Donkey Discovery.

Cosa significa? Significa che spesso quando devo fare qualcosa che magari non so bene come fare, inspiegabilmente mi ritrovo a farla in una maniera bizzarra, troppo complicata, goffa. Quando mi viene fatto notare (o al limite me ne accorgo da sola), insisto cocciutamente a procedere in quel modo adducendo come scusa:"beh, ma voglio vedere, a titolo speculativo, se si può fare anche così...", anche se questo significa metterci il triplo del tempo e non essere nemmeno sicura del risultato. E mi fisso e voglio davvero vedere se la cosa si può fare anche in quel modo.

A volte questo succede anche se devo raggiungere un posto e non so bene come. Mi ficco in percorsi alternativi spesso illogici da cui non è detto che poi sappia come uscirne, ma insisto e persevero.

E ora attenzione, arriva il potere: in modo del tutto casuale (e quindi potrebbe anche non avvenire), si verifica qualche scoperta: imparo qualcosa di insolito e interessante che potrebbe servirmi in un altro momento oppure scopro qualche località fantastica degna di nota di cui avrei del tutto ignorato l'esistenza. È successo diverse volte quindi il potere c'è!

Però devo avere il tempo e la voglia di perserverare; perché spesso va a finire che mi rompo le scatole e quindi finisco in modo raffazzonato la cosa che dovevo fare. 
Se invece sono on the road, può essere che vado a ficcarmi in posti in cui poi per tirarmi fuori bisogna chiamare l'elicottero.

10 commenti:

  1. Ma è figo questo potere! Mi piace anche il nome ;-) In pratica è un "In direzione ostinata e contraria" per dirla alla De Andrè. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Anche la citazione di De Andrè ho molto gradito! Grazie per avermi coinvolto nel giochino!

      Elimina
  2. Hai detto niente! Praticamente serendipità totale anche se confusionaria (all'inizio)^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma non sempre chi sta attorno, giustamente, apprezza. Il rischio casini/perdita di tempo/pazienza è sempre dietro l'angolo.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Diciamo che c'è molta incapacità spesso organizzativa. Poi sicuramente subentra la curiosità; ecco se essa fosse la molla primaria che mi spinge a fare le cose, il superpotere sarebbe tale a tutti gli effetti, invece attualmente è un mezzo casino soggetto alle mie mutevolezze.
      Il potere è nulla senza controllo (cit.)

      Elimina
  4. Molto bello! Tra poco arriverà anche il mio potere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspettavo al varco. Siamo nel team Cassidy!

      Elimina
  5. Una descrizione molto vivida e appassionante, Kukuviza :-)
    Sai che mi viene il dubbio-quasi certezza di essere stato taggato anch'io per questo giochino? Dovrò a mettermi a fare una ricerca per scoprire quando e da chi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha grazie :)
      Eh eh, adesso devi attivare qualche super potere che ti permetta di verificare se sei stato taggato o meno!

      Elimina